Tu sei tu!

images-1
Appena nato Alberto era la fotocopia di Rebecca, solo un pochino più grande e con meno capelli (scusa amore ihihihi).

La seconda gravidanza la vivi in maniera sicuramente diversa anche perchè oltre a pensare a te (ben poco) e alla salute del tuo cucciolo hai da seguire, crescere, curare, coccolare un nanetto che già corre per casa.

 

“Faremo come con Rebecca… possiamo stare tranquilli!” dicevamo convinti io e mio marito ed invece ci siamo subito resi conto di quanto Alberto fosse diverso dalla sua sorellina.
“Ogni bambino nasce con un carattere ben definito” ci dissero, ma ovviamente finchè non la vivi sulla tua pelle non dai mai molto retta a certe affermazioni. Ma ci siamo dovuti, piacevolmente, ricredere.
Sicuramente il secondo post-nascita lo vivi più tranquillamente: sai muoverti con maggiore disinvoltura tra nanne, biberon, cambio pannolini… La cosa che “complica” un pò di più tutto il percorso è gestire due bambini di età ed esigenze totalmente diverse, ma soprattutto “far accettare” quel piccolo estraneo che dall’oggi al domani è entrato nelle nostre vite.
Non sono mancate le lacrime, gli attimi di totale sconforto, i capricci, le discussioni ma piano piano siamo riusciti (tutti quanti) a trovare il nostro nuovo equilibrio.
E ora a 2 anni di distanza possiamo dire di essere pronti a tutto… anche ad un terzo figlio! ah ah ah
A parte gli scherzi, con Alberto siamo stati anche molto fortunati perchè ha sempre dormito ( a parte i primi mesi causa colichette) e ha permesso, soprattutto a me, di recuperare le forze necessarie per reggere questa meravigliosa vita frenetica.
Bravo piccolo mio… e complimenti alla sorellina maggiore!!

Luna: fantastica sorellina pelosa

img_2352-2

In casa nostra non è mai mancato un cucciolo peloso: di razza o no, nelle foto mie e di mia sorella protagonista è sempre stata una cagnolina.

A dir la verità mia madre, per la felicità di mio padre, non si è mai fatta mancare nulla e tra gatti, pesci, canarini, bengalini, pappagalli e pulcini…. a casa nostra c’è sempre stata una grandissima confusione.

A differenza di mio marito, io sono abituata alla presenza di un animale in casa e fin da subito “gli ho comunicato” (così è contento che non gli ho imposto nulla ahahahah) la mia intenzione (irremovibile ovviamente) di volere un cane.

Luna è la nostra fantastica cagnolina di 4 anni e fa parte della nostra famiglia dal settembre del 2013.
Segni particolari: una grandissima casinista!!!!
Ha visto la nostra casa prendere vita, in tutti sensi: scatole, mobili, gente…
Da quando abbiamo lei sono successe solo cose belle.

E’ il mio amuleto peloso personale: il suo simpatico muso mi ha finalmente “portato” un lavoro dopo un lungo periodo di stop, ma cosa più importante mi ha “donato” la mia piccola Becky.

E’ stata lei la mia unica grande compagna durante tutta la gravidanza: abbiamo condiviso il letto, il divano… insomma qualsiasi posto comodo dove dormire.
E’ stata la nostra prima esperienza da “genitori” in un certo senso.

Con l’arrivo di Rebecca, Luna ha trovato una fedelissima compagna di gioco. Ogni momento lo passano insieme e spesso, poverina, subisce anche la troppa allegria di una nanetta.

Negli occhi ha una dolcezza unica e le coccole (un pò come per tutti) non le bastano mai.

Siamo felici, nonostante i mille casini che combina ogni volta in casa e fuori, di averla nella nostra famiglia e adesso anche il piccolo Alberto sta iniziando a conoscerla.

Non c’è cosa migliore e speciale dell’amore verso un cane.

Amanti della lettura

 

download

Si, parlo proprio a voi… amanti della lettura e genitori!!!

Un recente studio ha dimostrato che leggere libri ai proprio figli fin da piccoli, permette loro di sviluppare un vocabolario molto più ricco e una migliore capacità di lettura.

La lettura, infatti, stimola la memoria, arricchisce il linguaggio, aumenta la creatività e la fantasia.
Un ottimo modo per motivare i propri figli ad amare la lettura!!

Fin dai primi mesi, per fare addormentare mia figlia, ho sempre letto fiabe e racconti di ogni genere… anche più e più volte e lei ha sempre gradito!
Sentendo la mia voce, o quella di mio marito, si è sempre addormentata in pochissimo tempo tra una miriade di sorrisi e versetti.

Ora che invece è piu grandicella ama “leggere da sola” oppure, cosa ancor più bella, mi dice lei che libro leggere… anche se spesso non mi fa arrivare alla fine della storia, perchè decide di sentirne un’altra, oppure me la fa leggere fino allo sfinimento.
Ma cosa non si fa per amore…. e per dormire!!! 🙂

P.S. (prima o poi riuscirò a leggere un bel libro anche io… proprio come ai vecchi tempi?)

Buon 2018

img_7125

Per la prima volta quest’anno abbiamo deciso di salutare l’anno vecchio da soli in montagna… senza parenti, amici. Solo noi 5 (compresa la nostra cagnolina  ovviamente!!)

La macchina super carica non manca mai: alla fine per mille ansia porto sempre più del dovuto anche se, questa volta, eravamo a 20 minuti da casa e forse avrei potuto evitare (va beh me lo metto come buon proposito dell’anno nuovo 😜).

Appena arrivati abbiamo ricreato lo spirito natalizio con l’accensione dell’albero di Natale e del presepe ( gentilmente preparati dai miei genitori 🔝🍾) ma con un tocco in più: il calore del camino!!! Fantastico!!

Dopo aver preso pieno possesso della casa e di ogni suo angolo con abiti, giochi, cibo, palloncini, striscioni e chi più ne ha più ne metta… la sottoscritta si è piazzata ai fornelli per preparare il cenone!!! Ovviamente tutto a base di pesce!

Dopo aver fatto cenare i piccoli, che al momento ancora non gradiscono i nostri menù, abbiamo aperto le danze (e le pance) io e mio marito! Antipasto, primo e secondo piatto… direi che non ci siamo fatti mancare nulla! Ah, dimenticavo i due panettoni post cena… bisogna festeggiare no?! 😂😂

Sono partiti anche i primi fuochi d’artificio per la felicità di mio marito e poi avanti tutta con cartoni animati (amo le festività anche per questo motivo!) e musica ad alto volume!

In tuta devo dire che è tutto più bello, anche festeggiare un anno che non mi ha dato moltissimo anzi…

La mezzanotte si sta avvicinando, la musica è più alta, sul fornello si stanno scaldando le classiche lenticchie, lo spumante è sul tavolo pronto… Alby corre per la sala ridendo, Becky suona la trombetta allegra…

Mi giro

“Meno 15 secondi…”

Colpisco involontariamente Becky

“Meno 9…”

Sento lei urlare e portarsi le mani sul viso: PANICO!

“Meno 3, 2, 1… BUON ANNO!”

La trombetta l’ha graffiata sul palato e a vederlo sul momento sembrava un buco.

Abbiamo perso 10 anni di vita in pochi secondi e alla fine il pronto soccorso ci è sembrata l’unica soluzione per farci stare tutto più tranquilli.

E mentre i fuochi d’artificio coloravano il cielo, noi aspettavamo un medico che visitasse la piccola.

Io ero in auto con Alberto crollato dopo due minuti di viaggio, mentre Rebecca era con il padre dentro l’ospedale.

Non è stata una fine entusiasmante, ma l’ importante è che non sia successo nulla di grave.

Il 31 dicembre tutto si cancella. Dal primo di gennaio tutto riparte…. si riscrive tutto da capo.

Buon inizio a tutti ❤️

Voi due…

piedini

Oggi pomeriggio non avevate nessuna intenzione di dormire… nel lettone vi siete solo scatenati, riso, giocato!!

Io spesso rimango in disparte a guardarvi, a godermi il momento. Mi godo la vostra spensieratezza… amo vedervi divertire insieme!!

Rebecca è diventata “grande” in così poco tempo che ancora non me ne rendo conto. È una donnina di casa e ama aiutarmi soprattutto in cucina, canta dalla mattina alla sera (proprio come me), non sta ferma mai neanche per un secondo.

È curiosa, allegra, intelligente e i suoi discorsi a volte ti spiazzano!

Poi c’è lui Alberto… che già dall’ inizio ci ha sconvolto la vita!

Un maschietto?! Come un maschietto? Impossibile… a casa nostra sono sempre e solo nate femminucce! E io ora cosa faccio?! Come si fa a crescere un maschio?

Beh sono passati 17 mesi e direi che non è stato così difficile… anzi!! Dorme e mangia che è un piacere, è un coccolone di prima categoria e già sa come attirare l’attenzione.

Amo quando corre incontro a Becky e l’abbraccia per poi scappare via ridendo, amo i suoi baci sbausciosi, amo tutto di lui.

Amo tutto di voi due.

E in questo momento, mentre occupate tutto il letto (si, poco fa sono crollati come due salami!) non posso far altro che guardarvi e sentirmi fortunata ad avervi qui con me.

Siete belli come il sole, siete forti e sani e dalla vita non potrei chiedere di più.

 

Da quando siamo genitori…

pile-raccolte-ancora-funzionanti

 

Alla domanda: da quando siete genitori, cosa non manca MAI a casa vostra?

Ecco, non sto parlando di urla, pianti, litigi, sporco ovunque, cibo ovunque, giochi ovunque, panni da lavare, panni da stirare e chi più ne ha, più ne metta.

Nel nostro caso, da quando abbiamo dei figli, a casa nostra non mancano mai le PILE.

Si si, proprio loro le pile.

Non scherzo eh…

Abbiamo pile di ogni genere, marca, misura… potremmo anche aprire un negozio (e vi assicuro che faremmo i soldi ah ah ah).

Con due figli piccoli in casa circolano giochi di tutti i tipi che per funzionare, ovviamente, necessitano di pile: non una, non due (troppo semplice!)… qui si parla di almeno 3/4 pile (se siamo fortunati) a gioco!!!

Ed è subito PANICO se per sfiga un gioco muore e noi STRANAMENTE non abbiamo rifornimento immediato!

Meno male che, almeno a questa spesa, ci pensa il papà… e devo dire che, penso per pura sopravvivenza, abbia sempre delle pile nascoste nei meandri della casa.

Se la facessimo a voi questa domanda? Cosa rispondereste?